DataChronic | CHATBOTS EVOLUTION
17468
post-template-default,single,single-post,postid-17468,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-title-hidden,qode_grid_1200,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CHATBOTS EVOLUTION

Tutto il mondo Hi-Tech è eccitato in questi giorni per il tema ‘chatbots’, software che simulano le conversazioni online con la gente per rispondere alle domande o eseguire operazioni automatizzate. Anche se i chatbots sono in giro in varie forme rudimentali già da anni – si pensi ad esempio a ‘Clippy’, graffetta assistente virtuale di Microsoft – stanno avendo una forte evoluzione soltanto ultimamente grazie ai progressi nell’ apprendimento della macchina (machine learning) e l’intelligenza artificiale (AI) che li rendono più versatile che mai. Tra le chatbots più note possiamo, sono da nominare sicuramente Siri di Apple, Google Assistant e Microsoft Cortana.

In rapida successione nel corso degli ultimi mesi, Microsoft, Facebook e Google hanno ciascuna presentato le loro strategie chatbot, sollecitando il potenziale di questa tecnologia in continua evoluzione per aiutare gli utenti e rafforzare il servizio clienti di grandi corporate multinazionali, oppure per aumentare l’efficacia delle utilità aziendali come l’organizzazione di riunioni ed incontri.

Alcune aziende stanno già adottando per implementare servizi chatbot la piattaforma Messenger di Facebook, in modo da risponde alle domande dei clienti o svolgere compiti senza che gli utenti debbano lasciare l’ecosistema per accedere a un’altra applicazione o chiamare l’azienda.

I chatbots previsti dal settore della tecnologia dell’ Intelligenza Artificiale (AI) si combinano con riconoscimento vocale che si basa sul modo in cui gli esseri umani naturalmente parlano. L’obiettivo è quello di creare una situazione in cui i clienti si sentono come se stessero comunicando con un altro essere umano, piuttosto che un software molto intelligente, e in un ambiente che richiede poco o nessun intervento da parte dell’operatore umano.

DataChronic ha acquisito esperienza e know-how importante negli ultimi 10 anni nell’ambito di soluzioni di RPA (Robotic Process Automation), raggiungendo un livello di specializzazione e competenze grazie alle molteplici soluzioni progettate ed implementate su scala internazionale, rivestendo un ruolo di leadership quali pionieri innovativi del Mercato italiano.

Gli automi e i chatbots stanno cambiando drasticamente il modo in cui le aziende lavorano e i loro clienti interagiscono.

Crediamo fortemente che l’integrazione tra questi due mondi possa portare ad un’ ulteriore evoluzione in termini di automazione di servizi nel customer care, per questo DataChronic ha iniziato uno scouting per selezionare un partner tecnologico con una forte esperienza complementare nell’ambito chatbots.

Se sei un talento dell’ingegneria del software o fai parte di una realtà innovativa che padroneggia e governa tecnologie quali API.AI,  Microsoft BotFramework, Amazon AWS Lex o altra piattaforma per lo sviluppo di chatbots, entra a far parte di questo progetto per creare i chatbots della prossima generazione.

https://blog.google/products/allo/allo-duo-apps-messaging-video/

https://www.youtube.com/watch?v=5WfS93Pgibg

https://www.youtube.com/watch?v=Yj9QSTofUF4